Il Comune di Capoliveri tende una mano ai contribuenti in difficoltà. Nel consiglio comunale di oggi, approvata all’unanimità una nuova misura per aiutare chi non riesce a far fronte al carico fiscale in questo momento di crisi dovuto all’emergenza da Covid-19.

“Famiglie e imprese – spiega l’amministrazione comunale – potranno richiedere dilazioni di pagamento di tutti i debiti tributari comunali sopra i 10.000 euro, senza il rilascio di garanzie alcune sugli atti esecutivi emessi dall’ente”.


 

Entro il 31 luglio, quindi, tenuto conto che con la legge 160 del 2019 è stato riformato il sistema di riscossione degli enti locali concedendo l’esecutività a tutti gli atti accertativi, tutti i contribuenti che si trovano a dover far fronte al pagamento di somme superiori ai 10.000 nei confronti del Comune di Capoliveri, potranno spalmare il debito complessivamente calcolato in dieci anni. Per le famiglie si intende il debito complessivo per tutti gli appartenenti al nucleo familiare.

Una misura importante in questo periodo di difficoltà con la speranza che nel corso del 2021 sia possibile uscire da questo momento di difficoltà, sociale, sanitario ed economico. Un atto di fiducia e leale collaborazione con i contribuenti che in questo difficile momento non dovranno sostenere oneri aggiuntivi per il rilascio di garanzie

“Si tenga anche conto – precisa l’amministrazione comunale - che per i ruoli pregressi e i nuovi accertamenti è, comunque, sempre ammessa una dilazione agevolata e ordinaria fino a 72 mesi”.

”Tendiamo la mano – commenta il Presidente del Consiglio Comunale Gianluca Carmani – a tutti i contribuenti di Capoliveri, imprese e cittadini in difficoltà. Questa vuole essere la prima di importanti misure tributarie che l’amministrazione comunale intende adottare per contrastare il periodo di emergenza che stiamo vivendo”.