Sono molte le misure adottate dal comune di Capoliveri per aiutare famiglie ed imprese a far fronte alle conseguenze economiche dovute all’emergenza Covid-19.

L’amministrazione comunale è intervenuta da un lato con misure di riduzione della TARI per l’anno 2020, dall’altro concedendo la possibilità a cittadini ed imprese di ottenere dilazioni di pagamento per tutti i debiti tributari comunali sopra i 10.000 euro senza il rilascio di garanzie sugli atti esecutivi emessi dall’ente.

E’ stata inoltre data la possibilità alle aziende di ottenere l’assegnazione di contributi a sostegno delle attività economiche artigianali e commerciali nelle aree interne.

 

Il Comando di Polizia Municipale del Comune di Capoliveri informa che sono in scadenza i permessi di accesso alla Zona a Traffico Limitato del centro storico del paese.

Tutti i cittadini in possesso dei permessi sono, dunque, invitati a richiedere il rinnovo annuale delle relative autorizzazione inviando una e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro la fine del mese di Marzo, oppure recandosi direttamente presso l’ufficio di polizia municipale in piazza del Cavatore nell’orario di ricevimento al pubblico (Lunedì, Mercoledì e Venerdì dalle ore 10:30 alle ore 13:00).

Un quadro dedicato allo stimato prof. Gianni Randelli, scomparso nel 2017, è quello che l’artista capoliverese Michelangelo Venturini ha realizzato e donato al Comune di Capoliveri per una sua collocazione all’interno del Centro Medico inaugurato nell’estate 2020 e a Lui intitolato.

L’opera raffigura proprio il prof. Randelli nella “Sua” Capoliveri ed è già stato collocato all’interno del centro medico di Piazza del Cavatore per rendere omaggio ad un uomo che con la Sua professionalità e umanità si è sempre messo a disposizione della comunità di Capoliveri e dell’Elba tutta.

 

Soddisfazione è stata espressa dall’amministrazione comunale capoliverese per la notizia di questi giorni in merito all’assoluzione con formula piena del Vicesindaco Leonardo Cardelli, per una vicenda giudiziaria che lo coinvolgeva per la sua attività professionale, nonché per la posizione dell’allora responsabile dell’ufficio tecnico Arch. Vincenzo Rabbiolo anch’egli assolto.