Stampa

 

Sono stati molti i punti all’ordine del giorno portati all’attenzione degli amministratori dell’isola d’Elba nel corso della riunione della gestione associata per il turismo che si è conclusa nella giornata di ieri giovedì 25 novembre.

I sindaci elbani si sono espressi positivamente circa la formazione di un nucleo sovracomunale di polizia municipale che sia di supporto ai comuni dell’Isola nel corso del periodo estivo e fino a conclusione della stagione turistica andando a coadiuvare i singoli corpi di vigilanza in occasioni di particolari eventi, manifestazioni ed in situazione di particolare necessità. 

 

Al vaglio dei primi cittadini anche le nuove determinazioni in ordine al canile comprensoriale la cui realizzazione sarà in quota parte finanziato dalla Regione Toscana e di cui si attendono ulteriori precisazioni proprio dalla Regione, dopo la conferma che l’opera è stata ammessa a finanziamento.

 

Importante novità riguarderà inoltre le attività museali durante il periodo natalizio. Grazie all’accordo aggiunto fra le amministrazioni comunali durante le prossime festività  resteranno aperti i musei dei comuni di Capoliveri, Portoferraio, Rio e Marciana andando ad implementare l’offerta turistica e culturale nella bassa stagione.

 

I sindaci si sono poi espressi favorevolmente su importanti iniziative di carattere ambientale e di valorizzazione e gestione del patrimonio del verde comprensoriale andando verso l’adozione di un Piano del verde condiviso che dovrà essere redatto secondo particolari e specifici criteri.

 

Al vaglio dei sindaci anche importanti determinazioni in ordine al nuove strategie di marketing e promozione turistica, sulle quali sarà coinvolto nella seduta convocata per il 3 dicembre l’Organismo di destinazione turistica dell’isola d’Elba di cui fanno parte le associazioni di categoria del territorio.

 

“Stiamo lavorando tutti in profonda sinergia – spiega il Sindaco di Capoliveri Walter Montagna – Sono molti i temi sui quali siamo impegnati per potenziare l’isola, la sua visibilità, la sua capacità attrattiva. Non vogliamo perdere di vista nessun aspetto e stiamo puntando soprattutto su cultura, ambiente, sostenibilità, innovazione. L’Elba ha bisogno di una spinta ulteriore per essere competitiva, oggi come domani”.