Sei qui: Home

Nuova ordinanza del Sindaco n. 11 del 9 marzo 2020

PDF Stampa Invia per E-mail Scritto da Lucia Soppelsa    Lunedì 09 Marzo 2020
Una nuova ordinanza del Sindaco di Capoliveri è stata emessa in data odierna, 9 marzo.
Il provvedimento, che fa riferimento all'ordinanza n. 9 dell’ 8 marzo 2020 del Presidente della Regione Toscana e al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell'8 marzo 2020, introduce misure più stringenti per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da Covid-19.
Il Sindaco di Capoliveri Andrea Gelsi con l'ordinanza n.11 del 9.03.2020 ha ordinato:
- Ai Gestori di tutte le attività commerciali presenti sul territorio Comunale di predisporre la permanenza dei fruitori ad una distanza minima di un metro l’uno dall’altro;
- Il divieto, all’interno dei pubblici esercizi (ristoranti compresi) e di locali anche privati, di organizzare manifestazioni e iniziative di intrattenimento di qualsiasi natura;
- I titolari di alberghi e strutture ricettive in genere, nonché i privati proprietari di abitazioni date in locazione od in uso gratuito, anche temporaneo, sono obbligati, al momento dell’arrivo, a dare immediata comunicazione, all’indirizzo email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot, abilitare Javascript per vederlo   o direttamente all’ufficio di Polizia Municipale,  della provenienza e delle generalità degli ospiti;
- L’obbligo di Isolamento fiduciario volontario per quanti arrivano dalle zone come individuate dal DPCM del 8/3/2020  o da quelle che dovessero essere individuate con successivi provvedimenti di livello nazionale, dovrà essere effettuato presso il proprio domicilio. Nel caso in cui gli stessi siano alloggiati presso strutture ricettive e/o alberghiere, tale periodo di isolamento fiduciario volontario dovrà essere effettuato all’interno delle strutture stesse con oneri posti a loro carico;
- Il divieto di assembramenti nei luoghi pubblici e/o aperti al pubblico, rendendo obbligatorie le direttive e raccomandazioni in precedenza diramate;
- L’obbligo per i titolari di tutti i luoghi aperti al pubblico, di mettere a disposizione degli avventori, all’ingresso dei locali e all’interno, gel e altri liquidi igienizzanti;
- Alla luce delle disposizioni restrittive riguardanti la permanenza dei fruitori ad una distanza minima di un metro l’uno dall’altro è data facoltà ai titolari dei pubblici esercizi, ristoranti compresi, di anticipare la chiusura dei locali o di decidere la chiusura stessa per tutto il giorno. Tali determinazioni dovranno essere comunicate all’Ufficio Commercio del Comune di Capoliveri.
- Ai Direttori delle attività commerciali all’insegna COOP, CONAD e BRICO OK presenti sul territorio di Capoliveri sono tenuti a consentire l’ingresso e a garantire che all’interno dei locali non siano presenti contemporaneamente clienti in numero superiore a quanto di seguito specificato:
COOP di Capoliveri in Viale Australia non oltre n. 20 persone per volta;
CONAD di Capoliveri in Via Mazzini non oltre 10 persone per volta;
BRICO OK di Capoliveri Loc. Mola non oltre 10 persone per volta.
E’ ribadito l’obbligo per gli stessi di mettere a disposizione degli avventori all’ingresso dei locali e all’interno, gel e altri liquidi igienizzanti, nonché l’obbligo per il personale dipendente, in particolar modo per gli addetti alla manipolazione degli alimenti e alle casse di utilizzare mascherine e guanti;
-I direttori dell’Ufficio postale e delle banche operanti sul territorio comunale sono tenuti a consentire l’accesso ai propri uffici nel contingente di una persona per sportello, con l’obbligo di attesa all’esterno della porta d’ingresso. Grava sugli stessi l’obbligo di mettere a disposizione degli avventori all’ingresso esterno dei locali e all’interno, gel e altri tipi di igienizzanti nonché, l’obbligo per il personale dipendente in particolar modo per gli addetti agli sportelli di utilizzare mascherine e guanti.
E’ inoltre disposto lo scrupoloso rispetto delle misure di prevenzione igienico sanitarie:
Lavarsi spesso le mani;
Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
Evitare abbracci e strette di mano;
Mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro;
Igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto con le mani con le secrezioni respiratorie);
Evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva;
Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
Non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
Usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o se si presta assistenza a persone malate.