Sei qui: Home News Il successo del Mandala nella giornata conclusiva con i Monaci buddisti del monastero di Sera Je a Capoliveri.

Il successo del Mandala nella giornata conclusiva con i Monaci buddisti del monastero di Sera Je a Capoliveri.

PDF Stampa Invia per E-mail Scritto da Lucia Soppelsa    Martedì 31 Luglio 2018

 

Piazza gremita nella serata di domenica 29 luglio a Capoliveri in occasione dell’ultima giornata dedicata al Mandala e alla cultura tibetana.

Dopo sette giorni di intenso e raffinato lavoro che ha visto all’opera i Monaci buddisti del Monastero Indiano di Sera Je, e accolti dall’Istituto Studi di Buddhismo Tibetano Ghe Pel Ling in collaborazione con Comune di Capoliveri e Pro Loco Capoliveri, impegnati nella realizzazione del mandala di sabbia - i mandala sono vere e proprie opere d’arte che vengono realizzate allo scopo di portare pace e armonia nel luogo dove vengono costruiti e di stimolare consapevolezza e benessere interiore in chiunque li osservi – i monaci hanno proceduto al Rito della Distruzione che si è compiuto nell’ottavo giorno, sotto gli occhi attenti e incuriositi dei tantissimi ospiti intervenuti per assistere all’evento.


 

Un momento emozionante e denso di significato, che nella cultura buddista serve per ricordare la natura transitoria della realtà e della vita stessa.

A concludere questa intensa e partecipata giornata, alle 22,00 si è tenuta una “Serata in musica con i Monaci Tibetani” alla quale hanno partecipato artisti del calibro di Gianni Maroccolo e Antonio Aiazzi (ex Litfiba), Andrea Chimenti (ex Moda), Simone Filippi (ex Ustmamò), Beppe Brotto, Claudia Vincenzi.

Il concerto che ha coinvolto un’affollatissima piazza Matteotti, ha emozionato tutti i presenti e ha permesso di concludere nel migliore dei modi un evento culturale intenso e sentito che ha saputo creare un legame forte fra realtà diverse in cui arte, storia, fede e amicizia fra i popoli sono stati il filo conduttore della manifestazione.

Ultimo aggiornamento ( Martedì 31 Luglio 2018 13:01 )