Sei qui: Home

Notizie su Australian flood disaster - Disastro inondazioni in Australia

PDF Stampa Invia per E-mail Scritto da Ufficio Stampa    Mercoledì 12 Gennaio 2011
australia-map-flagPensando ai tanti capoliveresi che vivono in Australia, riceviamo e condividiamo una email giunta in Comune dall'Ambasciatore Australiano a Roma David Ritchie sulla situazione del disastro a seguito delle inondazioni nel Queensland.

----- Original Message -----
From: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot, abilitare Javascript per vederlo
To: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot, abilitare Javascript per vederlo
Sent: Tuesday, January 11, 2011 5:45 PM
Subject: Australian flood disaster - Disastro inondazioni in Australia [SEC=UNCLASSIFIED]

Segue la versione italiana

Australia has a long history of being beset by natural disasters. Each year communities across the country brace themselves for cyclones, floods and bush fires. As you will know, this year, although only a couple of weeks old, has been no exception, with the extraordinary amount of rainfall and consequent flooding so far this year in Queensland and in northern New South Wales. The unfolding tragedy - which still has some way to run - will have filled you all with the same sense of sadness and sympathy as is the case for me, my colleague Ambassador Tim Fischer and the staff of the two Australian embassies.

Roughly three-quarters of Queensland has now been declared a disaster area. First in the centre of the state, where (among many others) the city of Rockhampton and surrounding area was virtually cut-off when floodwaters peaked last Tuesday, and now in the south-east of Queensland. The pictures you will have seen of the flash flooding in Toowoomba, the Lockyer and Brisbane valleys, as well as elsewhere in the south-east, have been truly terrible. And Brisbane, the state capital, is now preparing itself for what could be the worst flooding for well over 30 years, with even more rain predicted, dams discharging massive amounts of excess stored water and high tides.

Although official figures have yet to confirm the numbers, many people
have already died in the two weeks of flooding and there must be serious concerns about many who are still missing. And many thousands across the state have been made homeless and have had their livelihoods affected by the rainfall and flooding. Queensland Police have established a hot-line for those concerned about the welfare of individuals: 1300 993 191 (from within Australia) and +61 7 3055 6220 (from overseas).

The long-term cost of cleaning up and rebuilding after the disaster is likely to be huge. Forty five communities across Queensland and New South Wales have been declared natural disaster zones including, among others, Brisbane, Bundaberg, Dalby, Gladstone, Gold Coast, Gympie, Ipswich, Logan, Maryborough, Rockhampton, Roma, St George, Sunshine Coast, Tamworth, Toowoomba, Warraumbungle, Warren, Warwick and Redcliffe. Further Information about the floods is available at http://www.qld.gov.au/floods/ and http://www.ema.gov.au. Information on emergency alerts can be found at http://www.disaster.qld.gov.au/ and http://www.ses.nsw.gov.au/.

Australia's state and federal Governments are working hard to provide relief to flood-affected Australians but much more remains to be done. People in Queensland, northern New South Wales and other flood-affected areas of Australia need all the help they can get.

Flood Relief Appeal

Australians have already given generously to those in need. But the task ahead is a massive one.

The Queensland government has set up a flood relief appeal and donors are encouraged to send money direct to the Queensland government. Information about the appeal and how to donate can be found at http://www.qld.gov.au/floods/donate.html.

The Australian Embassy in Rome is accepting donations on behalf of anyone who wishes to contribute but who is unable to send money to Australia. Donations through the Embassy can be made in cash or by bank cheque (assegno circolare) made out to the "Australian Embassy Official Account". We regret that we are unable to take personal cheques.

I encourage those who wish to donate to this worthy cause to give generously.

David Ritchie
Ambassador


Disastro inondazioni in Australia

L'Australia nella sua storia è stata spesso investita da disastri naturali. Ogni anno le comunità in tutto il paese si fanno coraggio per affrontare cicloni, inondazioni e incendi boschivi. Come saprete quest'anno, anche se iniziato da appena un paio di settimane, non ha fatto eccezione per via della straordinaria quantità di precipitazioni e le conseguenti inondazioni che quest'anno si sono verificate nel Queensland e nel nord del New South Wales. La tragedia che si è sviluppata e che ancora non vede la sua fine, avrà provocato in voi tutti la stessa sensazione di tristezza e di compassione che ha suscitato in me, nel mio collega Ambasciatore Tim Fischer e nel personale delle due ambasciate d'Australia.

In circa tre quarti del Queensland è stato dichiarato lo stato di calamità naturale: inizialmente nel centro dello stato, dove tra molte altre, la città di Rockhampton e la zona circostante è virtualmente rimasta isolata quando il livello delle acque è arrivato al suo picco lo scorso martedì, ed ora nel sud est del Queensland. Le immagini che avrete visto sull'inondazione lampo a Toowoomba, nelle vallate di Lockyer e di Brisbane, nonché altrove nel sud est, sono state davvero terribili e Brisbane, la capitale dello stato, si sta ora preparando per quella che potrebbe essere la peggiore inondazione in più di 30 anni, considerando le previsioni di ulteriori precipitazioni, le dighe che liberano quantità enormi di acqua in eccesso e le alte maree.

Sebbene ufficialmente le cifre debbano ancora essere confermate, molte persone hanno perso la vita nelle due settimane di inondazioni e ci sono ovviamente serie preoccupazioni per molti che risultano ancora dispersi. Molte migliaia di persone in tutto lo stato sono rimaste senza casa e la pioggia e le inondazioni rendono difficile il loro vivere quotidiano. La Polizia del Queensland ha attivato una linea telefonica diretta per tutti coloro che sono preoccupati per il benessere di parenti o amici : 1300 993 191 (dall'Australia) e +61 7 3055 6220 (dall'estero).

E' probabile che i costi per far fronte al lungo periodo di riassetto e di ricostruzione che seguirà il disastro saranno enormi. In 45 comunità del Queensland e del New South Wales è stato dichiarato lo stato di calamità naturale. Tra queste città, insieme a molte altre, vi sono Brisbane, Bundaberg, Dalby, Gladstone, Gold Coast, Gympie, Ipswich, Logan, Maryborough, Rockhampton, Roma, St George, Sunshine Coast, Toowoomba, Warwick e Redcliffe. Maggiori informazioni sulle inondazioni sono disponibili sui siti http://www.qld.gov.au/floods/ e http://www.ema.gov.au. Informazioni sullo stato d'emergenza si possono trovare sui siti http://www.disaster.qld.gov.au/ e http://www.ses.nsw.gov.au/.

I Governi statali e federali australiani stanno lavorando molto per fornire aiuti agli australiani colpiti dalle inondazioni, ma molto altro deve essere ancora fatto. Le persone nel Queensland, nel nord del New South Wales e in altre aree colpite dalle inondazioni hanno bisogno di tutto l'aiuto che possono ottenere.

Appello per raccolta fondi

Gli australiani hanno già donato generosamente a chi ha bisogno. Tuttavia il compito che si pone è arduo.

Il governo del Queensland ha istituito una raccolta fondi e i donatori sono incoraggiati a inviare denaro direttamente al governo del Queensland. Informazioni sull'appello e su come effettuare donazioni si possono trovare sul sito http://www.qld.gov.au/floods/donate.html.

L'Ambasciata d'Australia a Roma accetta donazioni per conto di chiunque voglia contribuire e che non può inviare denaro in Australia. Le donazioni attraverso l'Ambasciata possono essere effettuate in contanti o attraverso assegno circolare intestato a "Ambasciata d'Australia". Ci dispiace non poter accettare assegni personali.

Incoraggio chiunque desideri donare per questa valida causa di farlo con generosità.

David Ritchie
Ambasciatore

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 23 Febbraio 2011 11:40 )