“Attuati tutti i protocolli per la tutela della salute pubblica. Situazione epidemiologica sotto controllo, ma è necessario proseguire con l’assunzione dei comportamenti virtuosi sin qui assunti, al fine di contenere la diffusione dei contagi”. A dirlo è l’assessore alla salute del Comune di Capoliveri prof. Enrico Castellacci, all’esito degli ultimi screening effettuati su persone residenti nel territorio comunale capoliverese che, negli ultimi giorni, hanno evidenziato la presenza di alcuni casi positivi.

“Capoliveri - spiega l’assessore Castellacci – dalla conclusione dell’estate ad oggi, rispetto alla diffusione del coronavirus ha potuto godere di una situazione pressoché tranquilla e controllata. I casi che sono emersi sul nostro territorio, sono stati contenuti fino ad ora, soprattutto se raffrontati ad altre realtà della nostra isola. Questo, però, non ci conforta e non deve farci abbassare la guardia. Nella serata di mercoledì 6 gennaio sono arrivati i primi risultati in ordine alla positività di quattro persone residenti nel nostro comune.

 

Con ordinanza sindacale n. 1 del 2021, il Comune di Capoliveri ha deciso di rinviare il rientro a scuola in presenza fino a lunedì 11 gennaio. La decisione, come spiegato all’interno del provvedimento, si è resa necessaria in virtù dell’acuirsi, nelle ultime settimane, dell’emergenza sanitaria da Covid-19 sul territorio elbano e onde evitare la nascita di focolai, con conseguente grave nocumento per la salute pubblica.

 

La nuova convenzione della Gestione Associata per il Turismo ha ottenuto l’ok da parte di tutte le amministrazioni comunali. Con l’approvazione da parte del Consiglio Comunale di Rio, della delibera contenente il rinnovo della convenzione, la Gestione Associata per il Turismo si avvia verso il 2021 certa di poter proseguire il percorso di promozione turistica e valorizzazione del territorio compiuto sino ad oggi.

 

Ha avuto inizio in data odierna l’attività congiunta dei Comuni dell’Isola d’Elba, attraverso le locali forze di Polizia municipale, di controllo serrato sulle strade del territorio elbano per impedire il diffondersi di comportamenti non rispettosi dei provvedimenti locali, regionali e nazionali sugli spostamenti da e verso i comuni dell’Isola, con particolare attenzione alla disciplina sugli spostamenti fra regioni.